Viola Davis denuncia: attrici nere pagate dieci volte meno

Viola Davis

Viola Davis è un’attrice straordinaria, conosciuta soprattutto per la sua interpretazione dell’avvocata e docente di diritto penale Annalise Keating nella serie tv Le regole del delitto perfetto (How To Get Away With Murder). Inoltre, ha vinto l’Oscar come Miglior attrice non protagonista nel 2017 per aver interpretato Rose Maxson nel film Barriere.

L’attrice è da sempre in prima linea per i diritti delle donne ed ha dato il suo sostegno fin dall’inizio al movimento MeToo. Lo scorso 13 febbraio è stata invitata all’evento Women in the World di Los Angeles, dove ha affrontato il problema della mancanza di opportunità per le attrici nere a Hollywood.

Viola ha dichiarato: “Ho una carriera che può essere paragonata a Meryl Streep, Julianne Moore, Sigourney Weaver. Vengono tutte da Yale, arrivano dalla Juilliard, arrivano dalla NYU. Hanno fatto il mio stesso percorso, eppure io non sono per nulla vicina a loro. Né per i soldi, né per le opportunità lavorative, non mi avvicino per nulla”.

L’attrice ha poi aggiunto di essere spesso paragonata a Meryl Streep, ma di non guadagnare minimamente come lei: “La gente dice, ‘Sei la Meryl Streep nera… Ti amiamo. Non c’è nessuno come te’, okay, se non c’è nessuno come me, se pensate che io sia così, pagatemi per quello che valgo”.

Ha quindi spiegato che le attrici di colore guadagnano dieci volte meno delle attrici bianche. Ma il problema non è solo questo: per le donne nere non esistono proprio le opportunità e i ruoli che possano permettere loro di dimostrare il proprio talento.

Viola Davis spera quindi di incoraggiare le giovani attrici di colore a lottare per ottenere il proprio posto nel mondo.

Che cosa ne pensate di Viola Davis?

Un ottimo weekend dal Team Delight!

Cultura