Met Gala 2018: tra la moda e la religione

met gala rihanna

Anche quest’anno attori, modelle, cantanti e celebrities hanno dato sfoggio dei loro abiti sul red carpet del Met Gala, gli Oscar della moda, evento annuale che quest’anno si è svolto il 7 maggio presso il Metropolitan Museum of Art, nell’Upper East Side di New York.

Gli host del Met Gala 2018 oltre ad Anna Wintour, sono stati Amal Clooney, Rihanna e Donatella Versace e il tema scelto dagli organizzatori di è stato “Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination”. Il Met si è confrontato con il tema della religione e della relazione fra la moda e la fede. Prima della cena, gli invitati hanno avuto la possibilità di ammirare  una serie di abiti e di accessori provenienti dalla cappella Sistina affiancati da creazioni di Coco Chanel, Dolce&Gabbana, Gianni Versace, Riccardo Tisci e Cristóbal Balenciaga.

met gala blake lively

Lo scopo dell’evento non è solo quello di mettere in mostra le capacità creative degli stilisti che vestono gli invitati, ma anche quello di raccogliere fondi per il Metropolitan Museum of Art’s Costume Institute, che l’anno scorso ha raccolto 13 milioni e mezzo di dollari.

La mostra “Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination” sarà aperta al pubblico dal 10 maggio all’8 ottobre ed è la mostra più vasta mai organizzata sia dal Costume Institute che dal Met Museum: occupa 25 gallerie (circa 5.500 quadrati) e raccoglie vesti, copricapi e una tiara papale con 19mila pietre preziose ricevuta in prestito direttamente dal Vaticano.

met gala katy perry

Gli abiti indossati dai 600 invitati si sono distinti per lo sfarzo e l’eccentricità: vesti papali, tabernacoli-à-porter, ali d’angelo, aureole e mantelli sontuosi ispirati alla Vergine Maria hanno sfilato sul red carpet. Rihanna, Katy Perry e Blake Lively sono state tra le più apprezzate.

Degna di nota anche l’esibizione di Madonna, la prima che aveva usato le croci come ornamento, che ha cantato Like a Prayer e Halleluja rendendo questo Met Gala ancora più iconico e difficile da dimenticare.

Cultura