Lipslut: 100% del ricavato del rossetto “F*ck Trump” alle famiglie dei migranti

lipslut+1

A causa della politica di tolleranza zero sull’immigrazione clandestina di Donald Trump, migliaia di bambini sono stati strappati dai loro genitori e rinchiusi in gabbie. Politici, celebrità e cittadini hanno condannato la crudeltà dimostrata dal governo americano, e ora anche l’industria cosmetica, vuole dire la sua.

Lipslut è un brand fondato nel 2017 per combattere la società patriarcale attraverso la cosmesi. I primi prodotti del brand sono stati due rossetti liquidi chiamati “F*ck Trump” (nude dal sottotono rosa) e “F*ck Hollywood” (rosso) a supporto del movimento Time’s Up.

Fin dal lancio del prodotto, il 50% delle vendite della colorazione “F*ck Trump” era stato devoluto a un’organizzazione che supporta i diritti civili colpiti dall’amministrazione di Trump e tutt’ora, al momento dell’acquisto, l’acquirente può scegliere a chi donare il ricavato del rossetto da $19,95 (circa 18 euro).

lipslut

Dopo aver raccolto più di $40.000 per le vittime dell’attacco di Charlottesville nell’agosto del 2017, Lipslut ha deciso di lanciarsi di nuovo in una campagna di solidarietà. Dal 19 luglio di quest’anno 100% del ricavato andrà a organizzazioni che aiutano le famiglie che sono state separate al confine tra il Messico e gli Stati Uniti.

Le organizzazioni in questione sono  RAICES, KINDLas Americas Immigrant Advocacy CenterYoung Center for Immigrant Children’s Rights e Al Otro Lado.

Lipslut è stata fondata da Katie Stones nel 2017, nel giorno dell’inaugurazione della presidenza di Trump. “È stato in quel momento che ho deciso di agire, mentre stavo guardando l’inaugurazione di Trump”, afferma Stones, “Ho creato Lipslut dopo aver capito che la mia passione per la cosmesi poteva essere usata come veicolo per promuovere l’attivismo.”

Il rossetto è acquistabile dallo store di Lipslut a questo sito.

Cultura