Biopoint punta sull’Eco-Bio: nasce Biopoint Biologico

biopointbio

Biopoint, nonostante il nome fuorviante che potrebbe indurre a pensare ad un brand Bio, è in realtà un’azienda sulla stessa lunghezza d’onda di molte altre che adottano scelte formulative non particolarmente green. Di recente però, a seguito della grande inversione di rotta del mercato, che vede il segmento dell’Eco-Bio sempre più in crescita, anche il marchio si è adattato alle richieste dei consumatori, presentando ″Biopoint Biologico″, una lineaa certificata dedicata alla cura delle nostre chiome.

Ecco nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere!

PREZZI E INFORMAZIONI

Maschera Nutriente 200 ml – € 11,90
Maschera Delicata 200 ml – € 11,90
Shampoo Delicato 250 – € 10,40
Shampoo Nutriente 250 ml – € 10,40
Crema Nutriente 150 ml – € 11,90
Cristalli Liquidi 50 ml – € 13,40

INGREDIENTI

La linea si compone di 6 referenze totali, tutte dedicate alla cura dei capelli, costituite dal 98% di ingredienti di origine naturale, e certificate Icea, uno degli enti certificatori più popolari nel settore Eco-Bio. Nelle formule non sono presenti siliconi, parabeni e petrolati. 

Di seguito vi propongo qualche  inci campione, analizzati secondo gli standard di Ecobiocontrol.

Maschera Nutriente: Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juce, Cetearyl Alcohol, Distearoylethyl Dimonium Chloride, Mysistyl Alcohol, Helianthus Annuus Seed Oil, Prunus Amygdalus Dulcis Oil, Eriophorum Spissum Flower Stem Extract, Parfum, Hydrolyzed Wheat Protein, Hydrolyzed Quinoa Radish Root Ferment Filtrate, Phospholipids, Guar Hydroxypropyltrimonium Chloride, Citric Acid, Sodium Benzoate, Limonene, Linalool, Geraniol, Citronellol

Cristalli Liquidi: Dodecane, Carthamus Tinctorius (Safflower) Seed Oil, Prunus Amygdalus Dulcis Oil, Linum Usitatissimum Seed Oil, Parfum, Benzyl Salicylate, Limonene, Linalool

'

Biopoint Biologico sembra essere una proposta interessante inserita nel segmento della cosmesi più sostenibile, ma, come sempre in questi casi, ci sono di pareri contrastanti in merito. Chi apprezza il tentativo del marchio, e chi invece continua a non condividere le sue idee definendo questa novità solo una scelta quasi imposta – e non spontanea -, per allinearsi alle richieste del mercato.

Lo zoccolo duro di consumatori che seguono a 360° lo spirito etico e sostenibile dell’industria Eco-Bio non è quasi mai attratto dalle proposte di questo genere, preferendo invece orientarsi verso aziende che hanno sposato la causa fin dal principio della loro nascita, adottando scelte formulative che rispettino l’ambiente, gli animali e la pelle. Tuttavia, penso che l’uscita della collezione Biopoint Biologico possa contribuire a dare ulteriore visibilità al segmento Eco-Bio, aiutando inoltre altre persone a fare un passo in avanti per scoprire meglio questo mondo, e determinando un ancora più grande aumento di popolarità del settore.

Cosa ne pensate? Acquisterete qualche prodotto della linea? Fatecelo sapere nei commenti!

Capelli