Tre storie di donne a fumetti

Tre storie di donne a fumetti

BeccoGiallo, casa editrice padovana che si impegna da anni nella pubblicazione di fumetti d’impegno civile, vere e proprie opere d’arte che coniugano temi importanti ed un’attenta ricerca stilistica, fa approdare in libreria tre storie di donne a fumetti, tre storie che non possiamo perdere.

Tre storie di donne a fumetti

Sotto il velo, 112 pagg, 15 euro

Iniziamo la carrellata della nostre tre storie di donne a fumetti con “Sotto il velo”, la striscia di fumetti creata dall’artista Takoua Ben Mohamed. Raccontare con ironia la quotidianità di una ragazza che ha scelto di portare liberamente il velo, è il tema di questa raccolta di tavole. Takoua Ben Mohamed è graphic journalist e sceneggiatrice, i suoi fumetti, oltre ad essere uno spaccato della nostra quotidianità, affrontano temi come il dialogo interculturale e interreligioso. Sotto il velo racconta storia e scene di pregiudizio e razzismo di ogni genere. Ma si può parlare di questi temi con ironia? Certo che sì ma non si può parlare di integrazione senza conoscenza e senza sforzo nel trovare punti in comune che accomunano tutti, tutta l’umanità. Il fumetto intercultura è il suo blog ma potete seguire le avventure della donna sotto il velo, oltre che in libreria,  anche sulla sua pagina Facebook.

“Oh che caldo!” – “Togliti il velo, no?”- “Signò se tolgo il velo non nevica mica eh!” – Takoua Ben Mohamed

Tre storie di donne a fumetti

Goodbye Marilyn, 160 pagg, 17 euro

Marilyn Monroe è un mito o una persona, in carne e ossa, che è esistita veramente? Una donna come noi, fatta di passioni, fragilità oppure un sogno, un’icona? Alla domanda non sembra facile dare una risposta perché la storia ci ha restituito un’immagine eterea di Marilyn Monro che poco ha a che fare con le nostre vicende umane. Quello che hanno fatto gli autori di Goodbye Marilyn, Francesco Barilli e Roberta “Sakka” Sacchi, è stato di immaginare che l’attrice sia sopravvissuta alla notte del 4 agosto 1962. E così, immagini e testi, ci portano in una realtà alternativa in cui la diva, ormai novantenne, vive un’esistenza appartata nella sua villa. Un giornalista italiano vuole intervistarla e l’incontro si rivela una sorta di testamento spirituale. In questo graphic novel BeccoGiallo ha realizzato quello che gli riesce meglio: portare in libreria una storia che coniuga realtà e dimensione onirica. Da non perdere!

“Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare”. Marilyn Monroe

Tre storie di donne a fumetti

Lea Garofalo – Una madre contro la ‘ndrangheta, 112 pagg, 14 euro

Lea Garofalo aveva solo 35 anni quando venne assassinata a Milano dopo che aveva tentato di opporsi al suo destino di donna della ‘ndrangheta. La sua decisione di non essere più compagna e figlia di malavitosi le costò caro. La sua storia di donna, di madre di una femmina per la quale non voleva lo stesso, atroce, destino, è raccontata in Lea Garofalo – Una madre contro la ‘ndrangheta di Ilaria Ferramosca e Chiara Abastanotti.

 “Se Lea ha avuto il coraggio di scegliere, noi dobbiamo avere il coraggio di ricordarla senza tentennamenti. Lo dobbiamo a Lea e a sua figlia Denise. Lo dobbiamo a noi stessi”, Daniela Marcone, coordinatrice nazionale di Libera Memoria. 

Un estratto dal film di Marco Tullio Giordana, ispirato alla vera storia di Lea Garofalo.

Cultura