Tre mostre al femminile da non perdere

tre mostre al femminile da non perdere

Le vacanze di Natale si avvicinano e possono essere una buona occasione per dedicare del tempo ai nostri interessi oppure, perché no, per scoprirne di nuovi. Ho pensato di segnalarvi tre mostre italiane in cui le protagoniste sono donne e artiste eccezionali.

 

Frida Kahlo (1907-1954)

tre mostre al femminile da non perdere

Dal 19 novembre 2016 al 26 marzo 2017 Palazzo Albergati a Bologna ospita le opere della collezione Gelman (una delle più importanti raccolte di arte messicana del ventesimo secolo). Tra queste primeggiano le opere di Frida Kahlo e Diego Rivera, una delle coppie di artisti più famose – e tormentate – della storia. Dell’artista messicana si trovano dipinti (tra cui alcuni dei suoi celeberrimi autoritratti), fotografie, disegni, abiti e gioielli. Inoltre, si può ammirare la ricostruzione del letto su cui ha trascorso i suoi ultimi, travagliati momenti. Sono esposti anche gli abiti dei grandi stilisti che si sono ispirati a Frida Kahlo: Gianfranco Ferré, Antonio Marras, Valentino. Parte del ricavato sarà devoluto ai terremotati. Info su orari e prezzi qui.

 

Artemisia Gentileschi (1593-1653)

tre mostre al femminile da non perdere

La città di Roma dedica una mostra a questa artista dal 30 novembre 2016 al 7 maggio 2017 a Palazzo Braschi. Artemisia Gentileschi è un’artista straordinaria del diciassettesimo secolo, epoca in cui i nomi riportati sui manuali di storia dell’arte sono esclusivamente maschili. La mostra, che ospita 90 opere provenienti dai musei di tutto il mondo, ripercorre la vita della talentuosa artista, segnata da un evento tragico, lo stupro da parte del collega e amico del padre Agostino Tassi. Grazie al suo lavoro, la donna riuscì a mantenere se stessa e i propri figli, divenendo un simbolo dell’emancipazione femminile. Info su orari e prezzi qui.

 

Donne fotoreporter di guerra

tre mostre al femminile da non perdere

Dal 7 ottobre 2016 al 16 gennaio 2017 si può visitare a Palazzo Madama (Torino) la mostra: In prima linea. Donne fotoreporter in luoghi di guerra. In essa sono esposte 70 immagini scattate da fotoreporter di differenti nazionalità, che collaborano con diverse testate internazionali. Ciascuna delle fotografe presenta 5 foto emblematiche del proprio lavoro, allo scopo di documentare e denunciare le violenze della guerra. Info su orari e prezzi qui.

Avete altre mostre al femminile da segnalare?

Buon weekend!

Cultura