“The Indiscreet Jewels” , la collezione che ha fatto parlare di sé alla Fashion Week

Namilia Fashion Week

Namilia NYFW 2017

Trionfo di vagine sulla passerella della Spring-Summer Fashion Week 2018! Non potevano di certo passare inosservati i modelli proposti da Namilia, brand berlinese dei designers Nan Li e Emilia Pfohl, realizzati per la settimana della moda di New York 

La collezione, denominata “The Indiscreet Jewels” prende il nome dal primo romanzo di Denis Diderot, pubblicato in forma anonima nel 1748. Come si legge sul sito del brand, si tratta di un’allegoria che ritrae Luigi XV come il sultano Mangogul del Congo, in possesso di un anello in grado di far parlare i genitali femminili (i gioielli, appunto), attraverso una prodigiosa magia.

La linea di modelli presentata alla settimana della moda di NY è una vera e propria celebrazione dei genitali femminili, chiaramente presenti sugli abiti indossati in passerella dalle modelle. Dalle maniche a palloncino con “particolari” pieghe rosa, al colletto-genitale che incornicia il collo e il volto della modella, sino alle tante piccole vagine ricamate che adornano l’ampia gonna in stile Maria Antonietta. Non mancano perizoma e bustini che trasformano i seni delle modelle in dirigibili. Ad accompagnare la sfilata nella Fashion Week, la recitazione delle modelle ed un mix di melodie della Disney, fra cui “La Bella e bestia”.

Gli abiti della collezione Namilia sono chiaramente provocatori e stanno facendo parlare molto di sé, ma c’è una ragione dietro la trasgressione di questo brand. Le motivazioni che hanno ispirato i designer ad ideare questa linea sono da ricondurre ad una visione della moda e dell’abbigliamento come piattaforma visiva per proclamare le difficoltà e i sogni del mondo femminile. Una chiave per invitare ad istruire i più giovani a vivere la sessualità in modo sano o semplicemente una trovata trasgressiva per far parlare di sé in tutto il mondo?

Cultura