“Sempre più magre”: il libro denuncia di una top model

"Sempre più magre" libro denuncia di una modella

Questa storia comincia quando una ragazza bellissima di nome Victoire Dauxerre viene fermata per strada da un emissario dell’agenzia di modelle Elite che le dice “Ma tu sei la nuova Claudia Schiffer!” e la invita a intraprendere la carriera di modella.

Victoire riesce a superare brillantemente il primo casting, se non fosse per un dettaglio: è alta 1.78 cm e pesa “ben” 56 chili. Troppo, per una modella.

Da questo momento comincia la ricerca ossessiva del peso ideale, che corrisponde a 47 chili. Victoire si sottopone a diete estenuanti, arrivando a mangiare (lentamente, per indurre un senso di sazietà) tre mele al giorno. Pesce o pollo una sola volta a settimana.

A partire dai suoi 18 anni, Victoire diventa una delle 20 modelle più desiderate al mondo. Una vita da sogno, apparentemente. Un incubo, nella realtà. Il mondo dietro le quinte delle sfilate è intollerabile, le modelle vengono usate come “grucce umane” e vengono maltrattate da stilisti e a volte anche dallo staff che li circonda, come parrucchieri e truccatori.

Infatti, Victoire, dopo aver cercato inutilmente di ribellarsi, tenta il suicidio e viene finalmente ricoverata. Quando entra in ospedale, la modella è all’ultimo stadio dell’anoressia, con amenorrea, ipotensione, perdita di gran parte dei capelli e osteoporosi.

Dopo essersi ripresa grazie al sostegno della sua famiglia, Victoire ha scritto un diario-denuncia che è diventato un best-seller in Francia e ha ispirato la legge francese contro l’anoressia, la Loi mannequin, che costringe le agenzie a sottoporre le modelle a controlli medici e a valutarle in base all’indice di massa corporea e non in base alla taglia.

Poche settimane fa, durante le sfilate primavera/estate 2018, i colossi del lusso Kering e LVMH hanno annunciato di aver aderito alla legge.

Ora, finalmente, il suo libro è disponibile anche in Italia, dove è stato pubblicato da Chiarelettere con il titolo “Sempre più magre”. Il libro racconta senza censure i retroscena del mondo della moda e le crudeltà di alcuni stilisti, e mette allo scoperto anche la rivalità e le cattiverie che sorgono tra le modelle.

Il grido di aiuto lanciato dalla ragazza, che oggi ha 25 anni e fa l’attrice, non è passato inosservato, non solo per la già citata legge francese, ma anche per i tantissimi messaggi che ha ricevuto da parte di altre modelle che l’hanno ringraziata per aver denunciato le ingiustizie di quel mondo in apparenza perfetto.

Siete curiose/i di leggere il libro di Victoire?

Un ottimo weekend dal Team Delight!

Cultura