Riscaldamento zona superiore del corpo!

Il riscaldamento ha come obiettivo quello di migliorare la capacità di prestazione e di evitare infortuni: è essenziale preparare il corpo agli sforzi che dovrà affrontare durante l’allenamento vero e proprio.

Le articolazioni e i muscoli, dunque, non devono mai essere sollecitati intensamente a freddo, ma solo dopo un’adeguata preparazione fisica.

Tra i processi innescati dal riscaldamento, possiamo sottolineare i seguenti:

  • Maggior afflusso sanguigno nei muscoli, interessati alla pratica sportiva, con conseguente aumento della temperatura corporea;
  • elasticità muscolare, tale da ridurre la possibilità di traumatismi anche a livello articolare;
  • maggior apporto di ossigeno e di sostanze che favoriscono la contrazione muscolare;
  • prepara mentalmente allo sforzo fisico.

L’ottimizzazione dei parametri psicofisici della prestazione è ricercata servendosi di un riscaldamento, in questo caso generale. Il riscaldamento, difatti, varia a seconda dello sport che si deve praticare, per cui in molti (basket, pallavolo, calcio ecc.) è prevista anche una parte speciale.

Trattandosi di potenziamento, questo che vi mostro è un riscaldamento adeguato ai nostri fini.

Ogni soggetto, comunque, ha esigenze diverse rispetto ad altri e quindi solo in base all‘esperienza personale si può stabilire quale tipo di riscaldamento ( a livello di intensità e volume ) favorisce risultati più positivi.

A seconda del momento della giornata, variano le tempistiche dell’allenamento: al mattino dev’essere più graduale e prolungato rispetto a un riscaldamento pomeridiano.


Vuoi allenarti insieme a me e saperne di più sul mondo del benessere?

Puoi trovarmi anche sul mio Blog, sulla mia pagina FacebookIntagram e sul mio canale YouTube.

Dai un’occhiata anche qui!

Fitness