Ricostruzione unghie: tutto ciò che bisogna sapere

Ricostruzione unghie? Ecco tutto quello che bisogna sapere!

A volte sentendo queste parole moltissime persone si spaventano e dicono di essere contrarie o spaventate.

“La ricostruzione unghie rovina le unghie. No, poi le unghie non respirano!” Cit.

13244183_1153763081342528_6370392104444253724_o

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su questo argomento.

Partiamo dal presupposto che la ricostruzione unghie non fa male. Come in tutti gli ambiti bisogna affidarsi a professionisti ed essere sicuri di non avere allergie ai prodotti che vengono utilizzati.

E’ assolutamente indubbio però che la ricostruzione rovina le unghie, nessun prodotto di qualità se usato correttamente può infatti creare danni.

La ricostruzione fa male perché non fa respirare le unghie?

Falso! Le unghie non respirano! Non hanno polmoni e non assorbono aria dall’esterno. Questo è un falso mito che gira. Tutto il nutrimento di cui la matrice dell’unghia ha bisogno arriva dal flusso sanguigno.

85829a2530351c26578e3a79da9d7abc--spring-nails--gel-french-spring-nails--shellac

Deve passare del tempo tra un’applicazione del gel e l’altra?

Assolutamente no! Proprio perché le unghie non respirano, se sono sane non c’è motivo di far stare le unghie senza smalto o senza gel per dei periodi. E’ ovvio però che se le nostre unghie presentano dei problemi prima vanno curate e poi si procede con i trattamenti di bellezza. Questo però prescinde dall’utilizzo di gel o smalti.

 

Uno dei passaggi più delicati è sicuramente la rimozione, che avviene attraverso la fresa o lima classica. Bisogna prestare molta attenzione all’unghia naturale, in modo da non limarla e non renderla quindi debole e sottile.

corso-ricostruzione-unghie-roma-fresa

L’acrilico è meglio del gel?

Non necessariamente. Esistono vari metodi per la ricostruzione unghie: l’acrilico, il gel e la fiberglass. Non c’è una vera regola per sceglierne uno piuttosto che un altro. Ultimamente è molto diffuso il gel, ma molto dipende dalla manualità dell’onicotecnica stessa.

E’ meglio l’allungamento con la cartina o con le tips?

Anche in questo caso non c’è una regola. A volte sceglie la cliente in base alla sua comodità, a volte l’onicotecnica in base alla lunghezza delle unghie. Solitamente quando le unghie hanno anche un minimo di margine libero si predilige la cartina, che permette di ottenere un effetto più naturale e modulabile.

100 tip naturali con scalino cartine-ricostruzione-unghie-loving-nails-rotolo-500-pz

Ragazze spero di avervi risolto qualche dubbio sulla ricostruzione unghie!

Se avete altre domande lasciatemele giù nei commenti, come sempre sono molto felice di rispondervi. ♥

Categoria