Quando abbiamo iniziato a depilarci?

depilazione femminile

La scorsa settimana abbiamo parlato della nuova pubblicità dell’Adidas in cui la testimonial è una fotografa svedese che ha scelto di non depilarsi, sfidando così le immagini canoniche di gambe liscissime a cui ci ha abituati/e il mondo della moda.

La scelta del marchio ha diviso il pubblico tra chi plaudiva al coraggio e alla libertà della ragazza e chi la criticava, o peggio.

Sotto il post in questione (che trovate qui), una ragazza ha commentato chiedendosi: quando sono cominciati i rigidi standard sulla depilazione femminile? Le prime donne depilate hanno creato scalpore?

Incuriosita da queste domande, ho fatto qualche ricerca.

In realtà, la depilazione è un fatto millenario: già nell’antico Egitto i peli erano considerati simbolo di impurità, motivo per cui non solo le donne ma anche i sacerdoti si depilavano, con metodi che andavano da una pallina di resina fatta scivolare sulla pelle a vere e proprie creme depilatorie.

Anche in Grecia e nell’antica Roma la depilazione era piuttosto diffusa, non solo tra le donne ma anche tra gli uomini. Si andava dalla ceretta all’utilizzo di rudimentali rasoi, pinzette o gusci di noci arroventati.

Nel Medioevo, poi, si usavano dei metodi che oggi paiono più delle torture (altro che ceretta!), come aghi arroventati infilati direttamente nei bulbi piliferi o sostanze chimiche molto pericolose per la pelle, come la calce o il solfuro di arsenico.

Giungendo però a tempi più vicini ai nostri, occorre fare presente che, a inizio Novecento, i vestiti delle donne erano molto coprenti: braccia e gambe erano nascoste da maniche e gonne lunghe. Come racconta la storica Christine Hope, che nel 1982 ha scritto un saggio sull’argomento, fino al 1910 la depilazione di gambe, braccia o ascelle era appannaggio di ballerine e attrici.

Nel 1920, tutti i giornali americani riportarono la notizia di una giovane del Kansas che si era tagliata con il rasoio nel tentativo di depilarsi. Evidentemente, si trattava di un caso decisamente fuori dell’ordinario…

Che cosa è successo da quegli anni in avanti? Beh, è cambiata la moda occidentale! I pesanti e scomodi abiti femminili vengono pian piano sostituiti da gonne più corte e vestiti senza maniche, che rendono più facile per le donne muoversi e lavorare.

depilazione femminile

Le pubblicità dell’epoca cominciano quindi a insistere sull’importanza di depilarsi gambe e ascelle: vengono inventati i primi rasoi di sicurezza con lame intercambiabili e creme depilatorie istantanee. Si trattava però ancora di pubblicità stagionali, che andavano da aprile a settembre, quando ci si esponeva di più.

A partire dagli anni ’40, la depilazione delle donne è divenuta la norma, e i peli rappresentano un elemento da eliminare a ogni costo.

Come ben sapete, in tempi recenti diverse celebrità hanno tentato a più riprese di sfidare il tabù dei peli femminili: chi di voi si ricorda delle ascelle non depilate di Julia Roberts durante la première del film Nothing Hill, nel 1999?

depilazione femminile

E voi, che cosa ne pensate sull’argomento “donne e depilazione”?

Come sempre, un saluto dal Team Delight!

Cultura