Protezione solare: 10 errori da evitare

protezione solare

Protezione solare: 10 errori da evitare

Protezione solare: vi sembrerà una cosa scontata e di poca importanza ma proprio non è così; ed oggi ve lo dimostro!

Arrivare in spiaggia, spalmarsi la protezione solare e godersi la giornata all’insegna di mare e tanto relax senza renderti conto di aver già fatto il tuo passo falso è il tuo primo errore.

Quali sono gli errori più comuni quando si parla di protezione solare?

In questo articolo vi elencherò 10 tra quelli più comuni che sono gli errori che la maggior parte delle persone compiono inconsciamente in termini di protezione dai raggi UV.

1. La protezione solare non va applicata solo in spiaggia!

Ebbene si, proteggersi dai raggi UV è un’accortezza che dovremmo avere sempre nei confronti della nostra pelle. Non solo in estate, ma in ogni stagione dell’anno che ci sia il sole o la neve la nostra pelle è continuamente esposta al sole. Quindi, applica sempre una crema protettiva almeno sul viso, anche prima del trucco.

2. Spalmare la crema direttamente in spiaggia.

Questo è un’altro errore comunissimo che compiamo senza neanche renderci conto. Arrivare in spiaggia e spalmarsi la crema, chi non lo fa? Praticamente tutti!
Quello che non sapete però, è che la crema deve essere applicata almeno mezz’ora prima dell’esposizione al sole in modo tale che la pelle possa assorbirla.

3. Applicare la crema solare una sola volta durante il corso della giornata.

Quando vi bagnate o sudate, l’effetto protettivo della crema si riduce o scompare del tutto; per questo motivo, la protezione andrebbe riapplicata ogni ora, almeno.
In commercio inoltre, esistono lozioni che si riattivano a contatto con l’acqua; ecco, questa potrebbe essere un’ottima soluzione se non volete prestare attenzione a questo tipo di accortezza.

4. Spalmare la protezione con i vestiti o costume.

Questo è un grosso errore! Infatti, applicando la protezione con i vestiti o il costume addosso, ometterete quasi sicuramente di proteggere le zone più sensibili. Questa è la spiegazione più plausibile a quelle strisce di pelle arrossata in prossimità di vestiti e costume!

5. Dimenticare le zone più delicate.

Ascelle, dita, piedi, palpebre, contorno occhi e ginocchia sono le zone che se scottate, danno più fastidio in assoluto. Non dimenticate di proteggerle!

6. Utilizzare prodotti scaduti.

Quante volte vi è capitato di riutilizzare solari dell’anno prima? L’acquisto di un buon solare ogni estate è fondamentale. Utilizzare prodotti scaduti è pericoloso per la vostra pelle; in particolare la protezione solare se scaduta, perde la sua azione protettiva!

7. Non proteggere la testa ed i capelli.

Utilizzate un prodotto solare specifico per capelli che proteggerà non solo i vostri capelli ma anche la riga sulla testa. In generale comunque, non esponete la testa per troppe ore al sole.

8. Applicare la crema solo se c è il sole.

Anche se siete sotto l’ombrellone ed il cielo è coperto, i raggi UV passano lo stesso attraverso le nuvole e il tessuto, colpendo la vostra pelle.

9. Non proteggere le labbra.

In commercio, esistono prodotti appositi con fattore di protezione e con ingredienti particolarmente emollienti e idratanti come il burro di karité.

10. Scegliere creme con fattore di protezione basso.

Se vi esporrete al sole per la prima volta con solari con protezione bassa, state ben sicuri che vi scotterete in meno di mezz’ora.
Utilizzate delle lozioni adatte al vostro tipo di pelle almeno durante le prime esposizioni e diminuite man mano il fattore di protezione della crema.

Un consiglio in più:

  • Per proteggere adeguatamente gli occhi è importante utilizzare gli occhiali da sole.
  • In caso di scottature ed arrossamenti, utilizzate prodotti a base di aloe vera, sentirete subito più sollievo.

E voi, quali misure adottate per una protezione totale dai raggi UV?

Al prossimo articolo,

Il Team Giuliana

Corpo