Priya’s Shakti: il fumetto contro la violenza di genere

priya violenza di genere

priya's shakti

Ieri, 11 ottobre, si è svolta la Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze e, come c’era da aspettarsi, i dati riportati dalle associazioni umanitarie sono sconcertanti: ogni sette secondi una bambina sotto l’età di 15 anni si sposa, 44 milioni di bambine al di sotto dei 14 anni hanno subito mutilazioni genitali (si potrebbe andare avanti).

Certo, le giornate internazionali dedicate a queste atrocità sono un grande aiuto per sensibilizzare il mondo sulla loro presenza, ma spesso serve qualcosa di diverso: un fumetto per esempio.

Il fumetto “Priya’s Shakti” (letteralente “La forza di Priya”) è un fumetto indiano che racconta delle imprese dell’omonima eroina, una ragazza sopravvissuta ad uno stupro di gruppo che combatte contro chi compie violenze sulle donne.

L’idea per questo fumetto è nata a seguito alla notizia della morte di una ragazza uccisa dopo uno stupro di gruppo su un autobus di Nuova Delhi nel 2012, notizia che aveva provocato molto scandalo, tanto che i sei creatori di questo fumetto, hanno deciso di sviluppare la storia di Priya come atto denuncia.

priya's shakti

Dalla prima uscita che aveva coinvolto milioni di lettori, il secondo volume “Priya’s Mirror” è ora alle porte e in questo nuovo numero si vedranno come co-protagoniste dell’eroina delle ragazze vittime dell’acido che, combatteranno contro il re dei demoni Ahankar. I creatori per questo numero si sono ispirati a storie vere, denunciando così i numerosi attacchi che si verificano ogni anno in India, paese con una delle percentuali più alte di questa forma di violenza.

Si può pensare che un fumetto non possa far la differenza, ma grazie al suo formato digitale ha il potere di raggiungere un pubblico vastissimo, confortare migliaia di ragazze che si identificano con l’eroina e distruggere, attraverso l’arte e l’educazione, i tabù legati alla violenza di genere.

Cultura