Perché usare cosmetici Bio

perchè usare cosmetici bio

Pensi che utilizzare cosmetici Bio sia solo una delle ultime tendenze del mercato? In realtà questa scelta ha basi molto più solide ed etiche, e ti offre gli strumenti per imparare a diventare un consumatore più consapevole, che per i suoi acquisti non si sofferma più alla pubblicità vista in TV con la star del momento, all’etichetta scintillante o alle promesse illusorie di creme con tanti effetti benefici, talvolta molto distanti dalla realtà.

cosmetici-inquinamento

L’AMBIENTE

Prodotti non inquinanti ed ecosostenibili

I prodotti Eco Bio certificati hanno particolare attenzione verso l’ambiente, e gli ingredienti presenti all’interno di un cosmetico di questa categoria non rappresentano un pericolo ne per l’ambiente ne per i suoi abitanti. I tradizionali articoli per la pulizia personale, così come i farmaci, contengono sostanze che, una volta riversate nelle acque, diventano inquinanti e dannosi per la fauna che vi vive (PPCP Pharmaceuticals and Personal Care Pollutants). Se dinanzi al consumo di farmaci non abbiamo alternative, per detersivi, creme, bagnoschiuma e makeup possiamo fare delle scelte più sostenibili e, almeno per una volta, essere dalla parte dell’ecosistema.

Molte aziende nel settore si impegnano inoltre nella realizzazione di cosmetici che rispettano l’ambiente non solo dal punto di vista formulativo e quindi degli ingredienti, ma anche del packaging, spesso ottenuto tramite riciclo di materiale di scarto: un motivo in più per acquistarli!

SOSTEGNO AI PICCOLI IMPRENDITORI

Realtà poco conosciute ma con grande potenziale

Quando acquistiamo trattamenti di bellezza in qualche scaffale di alta profumeria, o banalmente anche nei negozi della GDO (grande distribuzione organizzata) e non necessariamente con prezzi da capogiro, stiamo incrementando il business di grandi aziende multinazionali per le quali 100 euro di introiti sono irrilevanti, a differenza invece di piccole imprese locali, gestite da un unico proprietario e fondatore.

I più noti marchi cosmetici sono sotto il controllo di un unico gruppo: la miliardaria L’Orèal è a capo di decine di brand lusso come Yves Saint Laurent, Giorgio Armani, Lancome, Biotherm, Urban Decay, Clarisonic e Khiel’s, ma anche di realtà più economiche come Garnier, Maybelline e Nyx, fino a linee professionali di salone quali Kèrastase, Redken e Matrix.

Nel mondo della cosmesi Eco-Bio sono molte le piccole aziende nate per passione e amore verso la natura, che seppur sconosciute ai più, offrono vere e proprie coccole per corpo e capelli a base di attivi vegetali ed erbe curative. A differenza dei marchi citati sopra, sono purtroppo meno note poichè non pubblicizzate dai mass-media, come succede invece per i prodotti dei colossi internazionali; l’uomo è infatti tendenzialmente più orientato all’acquisto di prodotti considerati «famosi» perchè visti in TV o consigliati da famosi guru della bellezza, mentre è più restio di fronte a ciò che conosce meno.

SOSTANZE FUNZIONALI

Attivi di origine naturale senza aggiunta di siliconi e paraffine

Quando acquistiamo «cosmetici tradizionali», quelli delle grandi case cosmetiche, quelli famosi e sponsorizzati, che hanno profumi intensi, texture vellutate e setose con immediato effetto di comfort e piacevolezza sulla pelle, stiamo utilizzando, per la maggior parte delle volte, prodotti a base di acqua e paraffina, o acqua e silicone. Se da da una parte tali sostanze hanno il vanto di migliorare le performance del cosmetico e formare un effetto barriera sulla cute, dall’altra è ormai ben noto che non siano ingredienti curativi ma al contrario possono risultare occlusivi e peggiorativi di alcune situazioni.

Perchè però, vengono utilizzati cosi spesso? Perchè li ritroviamo dappertutto? Sono più economici, hanno meno rischi di potenziali allergie rispetto ad un attivo di origine naturale (Aloe Vera, Calendula, Argan, ecc) e danno una sensazione di piacevolezza al prodotto a livello di texture ed effetto sulla pelle (quest’ultima appare immediatamente più morbida, compatta e liscia).

Nel caso invece di trattamenti naturali o EcoBio, la cura avviene tramite attivi derivati da erbe, oli e burri vegetali, estratti, oli essenziali e idrolati, amici della pelle e dell’ambiente e spesso i risultati sono meno immediati, visibili solo dopo periodi costanti di utilizzo.

CONSUMO PIU’ CONSAPEVOLE

Informandosi leggendo gli ingredienti

Immergersi nell’universio del mondo Bio significa anche diventare consumatori più consapevoli e non più dipendenti da quello che le etichette e le pubblicità vogliono farci credere. Alla base delle vendite di tanti cosmetici vi sono ottime strategie di marketing che, con etichette dalle promesse fantastiche e packaging accattivanti, riescono ad indurre il consumatore all’acquisto.

creme-anti-rughe-40-anni

Creme NON Bio con packaging accattivante

 

creme-antirughe-bio

Creme Bio con packaging meno accattivante

Da quale dei due gruppi di creme siete più attratte? Scommetto che la vostra attenzione è rivolta tutta verso il primo!

Scegliere di fare acquisti più consapevoli e quindi di utilizzare cosmetici naturali, implica il dovere di imparare a conoscere e valutare, anche in modo superficiale, le sostanze contenute all’interno dei prodotti, e di conseguenza impratichirsi in una sommaria valutazione di ciò che contiene, per essere poi in grado di stabilire autonomamente se questo possa essere o meno utile per le proprie esigenze. 

Avete riflettuto su questi aspetti?

Reviews