MAI “GIUSTA” ABBASTANZA

Su youtube, come anche nella vita, ci sara’ sempre qualcosa di te che non andra’: troppo alta, troppo bassa, occhiaie evidenti, naso lungo, tette piccole, tette grandi, denti gialli, capello crespo, capello liscio, troppo magra (anoressica), troppo grassa (obesa)…
Sono sempre stata una che se ne e’ fregata di tutte le volte che, on line, sono stata chiamata “cicciona”: da neo mamma, le mie priorita’ erano altre e ben piu’ importanti.
Adesso invece, dopo avere perso parecchi chili, mi sono ritrovata dalla parte opposta e devo dire che, se da una parte ho avuto la conferma ufficiale che non rientro piu’ nella categoria “IN SOVRAPPESO”, mi hanno infastidito maggiormente (o forse dovrei dire “mi hanno preoccupata”) i commenti su quanto io sia dimagrita (detto/scritto in un modo tale che diventa un attacco piu’ che una constatazione).
Ho deciso di scrivere due righe non per lamentarmi di quanto “cattiva” sia la gente (chi mi conosce sa bene che non mi appartiene, anzi! Sono allergica al vittimismo!). Quello pero’ a cui tengo, avendo tante ragazze giovani e giovanissime che mi seguono, e’ di NON mandare un messaggio sbagliato, soprattutto per chi non mi segue da tanto e si ritrova a leggere determinate cose (vedi ultimo video).
E’ proprio per questo che voglio scrivere i famosi NUMERI, perche’ la ragazza giovanissima che mi segue non pensi che Giuliana “vuole fare la modella” o, peggio ancora, sia sulla strada per diventare anoressica (lo so, lo so, video tragicomico). Sono stata anch’io quella ragazzina che a 16 anni ha fatto di tutto per perdere peso, per le ragioni sbagliate e con i metodi sbagliati, rischiando di perdere me stessa…
Credo sia evidente che non sono “troppo” magra: ho semplicemente perso quei TANTI chili di troppo che non facevano bene alla mia salute e alla mia vita di mamma e donna.
Quindi, ecco i numeri.
Sono arrivata a pesare 110 kg. Si! CENTODIECICHILI.
I due parti in meno du due anni, l’allattamento e la fame hanno fatto lievitare il mio peso all’infinito! Ma andava bene cosi’: ho avuto due gravidanze perfette e due bimbi perfetti. E la dieta non era la mia priorità. MAI durante quel periodo!
Una volta interrotto l’ultimo l’allattamento (dopo piu’ di una anno dalla nascita di Jacob), mi sono guardata allo specchio e non mi sono riconosciuta. Ho descritto in un video di come evitavo di guardarmi nelle vetrine per paura di vedere un’immagine che non era piu’ la mia. Mi sono ritrovata con poche foto con i miei bimbi perche’ mi sentivo a disagio a rivedere la mia immagine.
Una sera, sul divano, sono scoppiata a piangere perche’ non stavo piu’ bene con me stessa: non volevo essere una taglia 38, non volevo sfilare per Victoria’s Secret (neanche un miracolo basterebbe…)… Volevo sentirmi bene con me stessa, piacermi ma, soprattutto, tornare in forma per i miei bimbi.
Ed e’ scattato quel qualcosa che aspettavo da mesi: la tenacia, la forza di volonta’. Non di tornare come prima ma di essere MEGLIO DI PRIMA: piu’ forte ed in salute.
Sono stati mesi intensi in cui ho imparato di nuovo a curare ed ascoltare il mio corpo, a mangiare bene e fare tanto movimento. Senza diete drastiche, con l’aiuto di un dietologo competente e intelligente.
Non sono una modella, non sono “troppo” magra ma “piu'” magra (che rispetto a prima equivale ad essere tornata “normale”).
Non sono una 38, non sono una 40 e nemmeno una 42. Sono una che inizia finalmente a sentirsi meglio e a farsi le foto di famiglia senza nascondersi. Anche se, detto tra di noi, per loro sono sempre stata una modella! :-)

Questo e’ il messaggio che voglio che arrivi. Anche se pesi 80, 110 o 200 kg non e’ mai TROPPO tardi! Basta volerlo, davvero! Senza dimenticare che l’importante e’ essere “giusta” per te stessa. “Gli altri”, loro, non saranno MAI contenti. 😉

Ottobre 2011

Ottobre 2012

Punto G