Lily Collins combatte l’anoressia nel nuovo film ‘To The Bone’

Lily-Collins

To the Bone è il nuovo film con l’attrice Lily Collins nel ruolo di protagonista che vedrà il suo debutto su Netflix il 14 luglio 2017.

Dopo Thirteen Reasons Why, serie che si concentrava sui temi del suicidio e del bullismo, Netflix arriva con un nuovo film che tratta dell’anoressia e le difficoltà legate a questa malattia.

Il ruolo di protagonista non a caso è stato interpretato da Lily Collins che nella sua autobiografia ‘Unfiltered: No Shame, No Regrets, Just Me’, ha parlato apertamente della sua battaglia contro questa malattia, di cui aveva sofferto da piccola dopo il divorzio di suo padre Phil Collins con la moglie Orianne Cevey.

lily collins

L’attrice, ha voluto subito prender parte al progetto perché ‘È un problema serio, di cui ho sofferto. È un argomento così tabù che le persone evitano di parlarne perché si sentono a disagio nel farlo, ma nel momento in cui iniziano a farlo, tutti quelli che sono in quella situazione si sentono meno soli’. Vestire i panni della protagonista è stato difficile ma, come detto in un’intervista a Marie Claire, le ha permesso di buttarsi il passato definitivamente alle spalle.

La storia, semi-autobiografica scritta e diretta dalla regista Marti Noxon, parla di una ragazza di nome Ellen (Lily Collins) che soffre di anoressia e ha trascorso gli anni della sua adolescenza da un programma di ricovero all’altro nella speranza di combattere questa malattia, senza però avere mai successo. Intenzionata a guarire, Ellen, con il supporto della sua famiglia, decide di accettare il ricovero in un centro per giovani problematici condotto dal Dr. William Beckham (Keanu Reeves) in cui seguirà un programma poco convenzionale che la aiuterà a sconfiggere i suoi demoni.

Già presentato al Sundance Film Festival, il film ha ricevuto review positive dalla critica, guadagnandosi un 80% dal sito di critica Rotten Tomatoes. Il trailer italiano è disponibile qui.

Cultura