Le ragazze del ’68: dal 7 gennaio su Rai3

Le ragazze del ’68

Esattamente 50 anni fa il mondo venne rivoluzionato da un movimento politico e culturale senza precedenti, che viene normalmente identificato proprio con il nome dell’anno in cui avvenne: il Sessantotto.

A partire da domenica 7 gennaio alle 20.30, Rai3 propone la seconda stagione della trasmissione Le ragazze del ‘68, in cui le protagoniste hanno intorno ai 70 anni e sono state adolescenti o postadolescenti proprio nell’anno 1968.

Se la prima stagione del programma ha raccontato l’inizio del movimento, in queste nuove puntate conosceremo tutto ciò che è accaduto dopo. Per sei puntate si alterneranno 12 donne di diversa provenienza ed estrazione sociale, che testimonieranno di un anno straordinario per il genere femminile.

L’opinione pubblica italiana cominciò ad interessarsi di tematiche come il divorzio, l’aborto, la pillola anticoncezionale, la sessualità femminile e il lavoro delle donne, e il sesso femminile si ribellò in maniera sistematica ed organizzata all’immagine di moglie e madre entro la quale erano costrette le donne da secoli.

Le ragazze del ’68 di Rai3 sono contadine, artiste, hippie, intellettuali, ragazze madri e borghesi. Ciascuna racconterà dal proprio punto di vista l’anno che ha cambiato la storia del mondo ma soprattutto la storia delle donne. Perché se oggi possiamo rivendicare i nostri diritti e discutere di tutto ciò che possiamo fare o non fare, lo dobbiamo soprattutto alle lotte delle nostre mamme e nonne.

Il programma è prodotto nuovamente da Pesci combattenti e la prima puntata racconterà la storia della giornalista e scrittrice Bice Biagi, figlia di Enzo Biagi, e di Gabriella Belloni, fotoreporter e inviata.

E voi, guarderete Le ragazze del ’68?

Un ottimo weekend dal Team Delight

Cultura