House Style: la mostra haute couture a Chatsworth

chatsworth

Il 25 marzo si è finalmente aperta la mostra ‘House Style: Five centuries of Fashion at Chatsworth’ presso Chatsworth, la casa del Duca e della Duchessa del Devonshire.

chatsworth

 

In occasione della mostra, le sale del castello sono state trasformate per ospitare abiti haute couture delle donne più influenti che hanno messo piede a Chatsworth dal XVI al XXI secolo. La mostra non solo presenta abiti, corone e copricapi, ma anche abiti da sposa e abiti da cerimonia.

Con questa mostra gli organizzatori hanno voluto concentrarsi sullo stile e la personalità delle donne che hanno onorato le sale di Chatsworth come la Duchessa Giorgiana (innovatrice di stile nel XVIII secolo), la Duchessa Deborah, Adele Astaire, Kathleen Kennedy (sorella del presidente Kennedy) e la top model Stella Tennant.

La mostra, divisa per sezioni a seconda del tipo di abito, comprende pezzi di grandi stilisti contemporanei come Chanel, Vivienne Westwood, Dior, Balmain e Tom Ford. Sponsorizzata da Gucci, la mostra contiene anche due abiti disegnati da Alessandro Michele, creative director della casa, per la Duchessa del Devonshire e Lady Burlington (futura Duchessa del Devonshire).

    chatsworth

L’idea per la mostra è nata quando Lady Burlington, in cerca del vestito di battesimo di suo figlio James, ha trovato nel castello una gran quantità di scatoloni pieni di vestiti. Vista l’importanza dei pezzi ritrovati, ha assunto Hamish Bowles, editor-at-large per Vogue America, per catalogare la collezione e infine diventare direttore creativo della mostra.

Dopo sei anni la mostra ha finalmente aperto le sue porte al pubblico: “House Style racchiude molto di più di quanto avevamo originariamente pianificato quando abbiamo iniziato a scavare negli archivi di Chatsworth. Spero che i visitatori apprezzeranno la grandezza e l’ambizione di questa mostra e che si divertiranno nell’esplorare le storie che questi abiti e cimeli raccontano della famiglia Cavendish”.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 22 Ottobre 2017.

Cultura