GLOW, la nuova serie Netflix tutta al femminile

GLOW Netflix

Oggi parleremo di GLOW, una serie arrivata da poco sulla piattaforma Netflix che racconta la storia di Ruth Wilder, un’aspirante attrice che nella Los Angeles degli anni Ottanta decide di dedicarsi al wrestling femminile, in un ultimo, disperato tentativo di avere successo nel mondo dello spettacolo.

GLOW significa The Gorgeous Ladies of Wrestling (Le magnifiche signore del wrestling) e racconta i retroscena (finti) dell’omonimo programma (vero!) andato in onda negli Stati Uniti tra il 1986 e il 1990, l’unico mai dedicato al wrestling femminile.

Se credete che sia un noioso telefilm su uno sport tipicamente non femminile, vi ricrederete. Anche solo per il semplice fatto che una delle produttrici è Jenji Kohan, la stessa che ha ideato la serie Orange is the new black (qui vi spiego perché vale la pena guardarlo!).

GLOW parla infatti di rivincita delle donne in un mondo in cui sono costrette ad essere solo mogli, amanti o comparse: all’inizio della serie, infatti, Ruth viene scartata per aver recitato la parte sbagliata ad un provino, ovvero quella dell’avvocato invece di quella della segretaria, ribaltando così gli stereotipi di genere ancora ben radicati nella società degli anni Ottanta.

In mezzo ad acconciature cotonatissime, costumi pazzi e trucchi coloratissimi, GLOW racconta prima di tutto la rivalità tra due amiche/nemiche, Ruth Wilder e Debbie Eagan: la prima è un’attrice fisicamente poco adatta ai ruoli stereotipati destinati alle donne nel mondo dello spettacolo, mentre la seconda è un’attrice di soap opera infelice e tradita dal marito proprio con la sua amica Ruth.

Intorno a loro, proprio come in Orange is the new black, troviamo la storia corale di donne di ogni tipo in cerca della propria realizzazione personale, inseguita per mezzo di uno dei programmi più bizzarri della storia televisiva americana.

Questa serie, quindi, racconta il wrestling da una prospettiva inedita, in cui la parola d’ordine è sorellanza, ossia il legame “tra persone fuori dal comune, unite nell’intento di imparare a fare qualcosa che non sanno fare”, come ha raccontato Carly Mensch, una delle creatrici della serie.

E voi, avete già visto GLOW?

Buon weekend dal Team Delight!

Cultura