Emmy 2017: il trionfo delle serie tv al femminile

Emmy 2017

Il 2017 è stato finora un anno ricco di sorprese per quanto riguarda le storie di donne sul grande e piccolo schermo: basti ricordare il celebratissimo film Wonder Woman, o le sempre più numerose serie tv che indagano ogni aspetto della vita delle donne (uno degli ultimi e divertenti esempi è GLOW).

Alla 69esima edizione degli Emmy Awards, svoltasi a Los Angeles nella notte tra il 17 e il 18 settembre, a trionfare sono state proprio le serie che parlano di donne.

Prima tra tutte è risultata la serie The Handmaid’s Tale (Il racconto dell’ancella), una storia ambientata in un futuro in cui le donne hanno perso ogni libertà, di cui vi parliamo nel dettaglio in questo articolo. Questa serie ha sbaragliato la concorrenza di altri nomi altrettanto importanti come House of Cards e Westworld, aggiudicandosi ben sette statuette: miglior serie drammatica, migliore regista, migliore attrice drammatica (Elizabeth Moss), migliore attrice non protagonista (Ann Dowd), migliore sceneggiatura, migliore attrice “guest star” (Alexis Bledel), migliore scenografia e fotografia.

Questa serie uscirà finalmente in Italia il 26 settembre sulla piattaforma Timvision.

Altra storia al femminile che ha trionfato è stata Big Little Lies, la miniserie di HBO sul mondo delle violenze domestiche prodotta e interpretata da Nicole Kidman e Reese Whiterspoon, che si è aggiudicata diversi premi: migliore miniserie, migliore attrice non protagonista (Laura Dern), migliore attore non protagonista (Alexander Starsgård), migliore regia e migliore attrice protagonista (Nicole Kidman).

Sia Nicole Kidman che Alexander Starsgård, nei loro discorsi di ringraziamento, hanno parlato dell’importanza di affrontare un tema così importante come la violenza di genere in un programma televisivo, al fine di sensibilizzare gli spettatori.

In Italia Big Little Lies è visibile su Sky Atlantic.

Durante tutta la serata, non sono mancate da parte dei protagonisti diverse battute e frecciatine al presidente Trump e alla sua politica sessista e razzista. Degno di nota è il discorso di tre grandi attrici come Dolly Parton, Jane Fonda e Lily Tomlin, che ricordando un film girato insieme nel 1980 (“Dalle 9 alle 5”) hanno dichiarato: “Allora ci siamo rifiutate di essere guidate da un sessista, egoista, bugiardo, ipocrita e bigotto, e nel 2017 ci rifiutiamo ancora una volta di essere guidate da un sessista, egoista, bugiardo, ipocrita e bigotto”.

Conoscete queste serie tv?

Un ottimo venerdì dal team Delight!

Cultura