Emma Watson in supporto di Time’s Up, la campagna contro la violenza di genere

emma watson campagna

Emma Watson è solo l’ultima delle star di Hollywood che ha rivelato di appoggiare una nuova campagna contro le numerose molestie sessuali che ogni giorno colpiscono le donne sul posto di lavoro.

La campagna “Time’s Up” è stata creata a seguito dell’onda di denunce partita con il caso Weinstein nell’ottobre 2017.

Time’s Up è una richiesta di cambiamento da parte delle donne dell’industria dell’intrattenimento a favore di tutte le donne del mondo. Time’s Up affronta la sistematica ineguaglianza e ingiustizia sul posto di lavoro che ha impedito a gruppi sotto-rappresentati di raggiungere il loro massimo potenziale.”

La lista delle celebrities che ha mostrato il proprio supporto per l’iniziativa è lunga. Emilia Clarke, Cara Delevigne, Kate Backinsale, Reese Witherspoon, Meryl Streep, Eva Longoria, Natalie Portman e Shonda Rhimes sono solo alcuni dei nomi delle 300 star di Hollywood che hanno firmato la petizione.

Emma Watson ha condiviso con i suoi 41 milioni di followers un post scrivendo “Il tempo per l’abuso di potere è finito. Sono solidale con le donne di ogni settore per dire che il tempo per l’abuso, le molestie e le aggressioni è scaduto. Il tempo per l’oppressione e la marginalizzazione è scaduto.”

L’attrice ha incoraggiato i suoi followers ad appoggiare la causa pubblicando la lettera di solidarietà del movimento e di fare una donazione per il fondo di difesa legale promosso da Time’s Up.

Time’s Up sarà difensore della legislazione che mira ad affrontare il problema delle molestie sul posto di lavoro. Per questo motivo la campagna include un fondo legale per aiutare le donne a proteggersi da comportamenti abusivi.

La campagna, che ha una sua pagina web, dice “Vogliamo innalzare le voci, il potere e la forza delle donne che lavorano sottopagate in settori dove, la mancanza di stabilità finanziaria, le rende vulnerabili ad alti tassi di violenze e sfruttamenti basati sul genere”.

Time’s Up supporta anche l’iniziativa di indossare abiti di colore nero ai Golden Globes, in solidarietà di tutte le donne che sono state vittime di violenza.

Cultura