Coca-Cola: polemica sullo spot in Arabia Saudita

Coca-Cola Arabia Saudita

Come avrete sicuramente appreso dai giornali, in Arabia Saudita è avvenuta una svolta storica: re Salman, il sovrano saudita, ha emanato nel mese di settembre un decreto che permette alle donne di guidare, cancellando così uno dei principali simboli della repressione femminile nel suo paese.

L’Arabia Saudita era infatti l’unico stato al mondo che vietava alle donne di guidare, in base ad una fatwa del Gran Mufti (l’autorità religiosa wahabita più influente in Arabia Saudita) risalente al 1990.

Negli ultimi anni, gruppi di donne attiviste hanno protestato per ottenere il diritto di guidare, e alcune di esse sono state arrestate e condannate per aver guidato. Ad aiutare la causa delle donne è stata anche l’ascesa al potere di Mohammed bin Salman, giovane figlio del re, che ha portato avanti un importante piano di riforme politiche e sociali.

Il 30 novembre 2016 il principe Salman aveva twittato: “Stop the debate. It’s time for women to drive” (Basta con le discussioni. È tempo che le donne guidino). Oggi questo desiderio è divenuto realtà.

Ed ecco che entra in scena la Coca-Cola, che ha da poco lanciato una nuova pubblicità fatta apposta per celebrare il cambiamento.

Nel video si vede un padre che consegna le chiavi dell’auto a sua figlia per insegnarle a guidare. La ragazza è inizialmente molto insicura e procede a strattoni, fino a quando il padre tira fuori una bottiglietta di Coca-Cola e la mette in equilibrio sul cruscotto. Dopo averne bevuto qualche sorso, la ragazza riesce perfettamente a guidare senza rovesciare la bottiglietta.

Lo spot è molto carino, ma ha suscitato numerose polemiche nel web: il colosso americano viene infatti accusato di strumentalizzare e trarre profitto da un evento serio e fondamentale nella storia delle donne.

Il rappresentante dell’azienda nel Medio Oriente ha difeso la scelta della Coca-Cola dichiarando in un’intervista a Newsweek che la Coca-Cola sta continuando la tradizione di celebrare cambiamenti sociali e culturali positivi. La pubblicità in questione si accorda con i valori del brand, che celebra la diversità e l’inclusione e si impegna a sostenere il potere economico delle donne.

Che cosa ne pensate? Vi piace la pubblicità della Coca-Cola o la ritenete una mossa senza scrupoli?

Come sempre, un ottimo weekend dal Team Delight!

Cultura