10 Parchi Naturali Spettacolari

11942249_10206148502169570_8103964925927160131_o

Esistono parchi in cui la natura dà sfoggio di tutta la sua grandezza, luoghi in cui si rimane completamente disarmati e quasi senza forze ma allo stesso tempo sono luoghi che, solo a guardarli,  riescono ad infondere un’energia e una carica pazzesca.

Ho passato in rassegna cinquanta parchi per stilare una sorta di classifica.

E’ stata una cernita veramente difficile. Sono posti incantevoli, alcuni ho avuto il piacere e l’onore di visitare, per gli altri mi sono affidata alle sensazioni di chi ha già avuto la fortuna di averli davanti agli occhi.

  • La Monument Valley, permettetemi di confessare subito che è in assoluto fra tutti i posti meravigliosi che ho potuto visitare quella che maggiormente mi ha lasciata senza fiato. E’ stata una delle esperienze più indimenticabili della mia vita perchè la Monument Valley non è solo uno fra i più bei parchi del mondo è qualcosa di più. Si trova nello Yutah, negli Stati Uniti e fa parte della Navajo Nation Reservation, gestita interamente dagli indiani, con ingresso a pagamento. Potrete scegliere se fare un tour con la vostra auto, fare un giro in jeep con gli indiani o partecipare ad una escursione a cavallo. Nel caso in cui doveste scegliere l’auto vi consiglio la vostra, gli indiani hanno una guida piuttosto sportiva 😛
  • Il Grand Canyon una gola immensa creata dal fiume Colorado nell’Arizona settentrionale. È lungo 446 chilometri e profondo fino a 1.857 metri. Particolarmente suggestivi sono i tramonti che lo tingono di un rosso infuocato. E’ un’esperienza irrinunciabile se andate negli Stati Uniti. Organizzano diverse escursioni di cui una in elicottero che vi permetterà di godervi lo spettacolo dall’alto.

 

 

  • Galapagos National Park 

Le Galapagos è un arcipelago appartenente all’Ecuador di tredici isole vulcaniche situate nell’Oceano Pacifico, a circa 1.000 kilometri di distanza dalla costa ad ovest dell’America del Sud.  Nel 1959 il governo ecuadoriano dichiarò parco nazionale il 97,5% dell’area emersa delle Galápagos. L’intero arcipelago fu dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1978 le isole e nel 2001 la riserva marina.

 

  • Fiordland un parco della Nuova Zelanda. E’ il più grande fra i quattordici parchi nazionali della Nuova Zelanda ed è una riserva naturale non facilmente accessibile. Si tratta di un territorio selvaggio che presenta diverse aree irraggiungibili. Un parco caratterizzato da una natura pura, fra laghi, cascate, fiordi, ghiacciai e boschi. Un luogo ancora incontaminato e imperdibile.
  • Kruger Park in Sud Africa. Il Kruger è la distesa naturale dell’Africa più estesa e la sua principale attrazione turistica.
    E’ abitata da diverse specie animali tipiche della Savana quali zebre, scimmie, leoni, bufali, elefanti, condor, ippopotami e rinoceronti. Il parco fa parte della “Kruger to Canyons Biosphere”, una zona protetta dall’UNESCO.
  • Mono Lake è un lago alcalino situato nella Contea di Mono in California, negli Stati Uniti d’America. Ospita centinaia di torri di tufo che hanno assunto nel corso del tempo un aspetto spettrale. L’ atmosfera che si respira appena arrivati al mono lake è talmente suggestiva e surreale che vi sembrerà di essere atterrati sulla luna.

 

  • Parco Nazionale di Banff.  Si estende su 6,641 Km quadrati ed è il parco più antico del Canada, istituito infatti nel 1885.

Si trova 120 kilometri ad ovest di Calgary, nell’Alberta.
Il centro del parco è costituito dalla città di Banff, nella Valle del Bow River. E’ entrato nel 1984 nella lista dei siti patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO.

Contiene i due luoghi più simbolici delle Montagne Rocciose canadesi, il lago Louise ed il lago Moraine. Altro luogo meraviglioso ed intatto.

 

 

 

  • Antelope Canyon ecco a voi un’altra meraviglia della natura. E’ un parco situato nella terra dei Navajo, come la Monument Valley, vicino a Page, in Arizona. Le innumerevoli inondazioni e il vento hanno lavorato per migliaia di anni la pietra arenaria dando origine a questo incredibile spettacolo. E’ visitabile solo con una guida Navajo. Lo slot è molto difficile da fotografare a causa delle difficili condizioni di luce. In alcuni periodi dell’anno vi sono dei fasci di luce che raggiungono il suolo, riuscire a fare uno scatto in quel periodo è una gran fortuna. I tratti visitabili dell’Antelope Canyon possono essere soggetti a inondazioni improvvise. Violente piogge, anche molto distanti, possono provocare pericolose inondazioni spesso senza preavviso.

 

 

  • Il parco nazionale Rapa Nui.

L’Isola di Pasqua o Rapa Nui, letteralmente “grande isola/roccia, è un’isola del Cile nel cuore dell’Oceano Pacifico. Ha un parco nazionale ormai Patrimonio dell’Umanità. Qui si possono scoprire vulcani e praterie in bicicletta, a piedi o a cavallo. Si possono esplorare le caverne dell’isola e andare alla scoperta della flora e fauna marina facendo immersioni. Il periodo migliore per visitarla e immergersi nella cultura Rapa Nui è durante la festa Tapati, che si tiene ogni anno a febbraio. In quei giorni si entra a contatto con le tradizioni proprie dei Rapa Nui, come dipingersi il corpo così come lo facevano i loro avi e cimentarsi in gare avvincenti.

 

  • Le Dolomiti. Scusate se sono italiana 😀 Non potevo non annoverare fra i parchi più belli del mondo i nostri parchi delle dolomiti ce ne sono di diversi e tutti di straordinaria bellezza.

Sono diversi i parchi delle Dolomiti e vari sono anche i territori compresi e i gruppi montuosi che meriterebbero un post a parte. (probabilmente arriverà fra poco per voi provette sciatrici 😉

Vi lascio però qualche immagine scattata quest’estate per farvi godere dell’immensa e superba bellezza di questi posti che tutto il mondo ci invidia.

 

Bene ragazze anche questo giro intorno al globo è terminato.

Se avete dei parchi da suggerire non esitate!

Un abbraccio dal team Delight!

Cultura